magazine

Privacy Link

Posted by admin in magazine on 26 Maggio 2018 with No Comments

Abbiamo Raccolto in questa pagina tutte le informazioni utili della nostra privacy policy

GPDR – Nomina DPO

Posted by admin in magazine on 26 Maggio 2018 with 1 Comment

Diamo calorosamente il benvento al nostro Responsabile della Protezione dei Dati (anche detto DPO , Data Protecion Officer).

Da oggi quindi per ogni informazione, richiesta o altro concernente le informazioni da noi trattate potete rivolgervi all’Ing. Grande Rosa scrivendo al suo indirizzo dpo@albedo.it

I servizi ARM e BCK

Posted by admin in 2015 on 13 Settembre 2015 with Commenti disabilitati su I servizi ARM e BCK

Come dicevamo, permetteteci fare un minimo di pubblicità ad un paio di nuovi servizi.
La pubblicità sarà sempre poca in queste news,
ma almeno far sapere cosa possiamo fare di nuovo per i nostri clienti
ci sembra ragionevole.

Oggi parliamo particolarmente di due nuovi servizi…

Albedo ARM

Albedo ARM (Antivirus Remote Management) sostanzialmente vi permette da un lato di preparare il vostro computer ad essere gestito in remoto da un sistemista in caso di bisogno dall’altro di avere un antivirus ed antimalware molto apprezzato (Bitdefender) praticamente al prezzo del solo antivirus.

Una volta installato il programma di management, il computer verrà inserito in una “Dashboard” (Scrivania) dove noi potremo vederne continuamente lo stato, verificare che non vi siano patch di sicurezza mancanti, che non vi siano allarmi, insomma che lo stato complessivo del computer sia accettabile.

I controlli che vengono eseguiti sono automatici e di varia natura (stato dei dischi, spazio libero, patch del sistema operativo, aggiornamento delle definizioni del sistema antivirus) e nel caso di problemi vengono inviate mail di avviso.

L’idea di gestire e monitorare i clienti da remoto non è nuova. Spesso con alcuni di voi abbiamo realizzato sessioni di supporto sistemistico tramite software più o meno gratuiti che permettevano di “impossessarsi” del computer remoto. Semplicemente cerchiamo ora di utilizzare una piattaforma scalabile per realizzare quello che artigianalmente abbiamo sempre fatto, ponendo il computer da gestire in un ambiente gestito che lo mantenga in una situazione ottimale dal punto di vista della sicurezza e della telegestione .

In aggiunta il sistema ci permette di monitorare proattivamente il cliente, forzando l’installazione di aggiornamenti, reagendo ad eventi critici come ad es. allarmi sullo stato dei dischi od altro.

Il servizio base prevede un costo mensile di 3,00€ (Iva esclusa) per ogni PC protetto, comprende il servizio di assistenza all’installazione (in realtà è tutto molto facile si scarica un programmino e lo si installa al resto pensiamo noi) ed l’accesso ad un costo orario agevolato in caso di intervento remoto di supporto (25,00€/Ora sempre Iva esclusa).

Esiste per realtà più grandi di tipo Business la possibilità di acquisire pacchetti di ore di assistenza ad un prezzo ulteriormente scontato.

Ovviamente avere un computer “sicuro” non esime l’utente da un comportamento accorto nell’uso dello stesso. NESSUN SOFTWARE di PROTEZIONE potrà mai sostituirsi integralmente all’attenzione che (purtroppo) oggi si deve avere durante l’utilizzo della rete (Navigazione, E-Mail, etc) ma un Pc in buono stato di salute e protetto da un buon antivirus, costantemente aggiornato, sicuramente è un ottimo punto di partenza per non avere troppi problemi. In più se avete il vostro sistemista di fiducia e giustamente non volete cambiare nessun problema. Sul sistema di controllo gestione possiamo attivare account che permettono la gestione di un insieme specifico di computer ed accedendovi il vostro sistemista potrà continuare a supportarVi.

Albedo Backup

Albedo Backup è invece un sistema di Backup in rete dei Vostri dati. Anche in questo caso la gestione è molto semplice, si installa un programmino, lo si configura e lui in modo completamente trasparente effettuerà il backup dei dati indicati su una infrastruttura remota che sarà sempre disponibile per il ripristino in caso di problemi. Il software anche se semplice nella sua configurazione è molto performante e ricco di opzioni. Anche qui il pagamento è mensile sulla base dello spazio allocato per il backup (0,6€/mese) anche se ne esiste una formula per definita per device (che copre sino a 100 GByte per una workstation e 500 GByte per un server) utile nel caso si voglia proteggere una mole consistente di dati. Contattateci per maggiori informazioni all’indirizzo arm@albedo.it
Vi ricordiamo inoltre che (e si deve tenerlo sempre a mente) tutti questi programmi funzionano utilizzando la rete internet quindi la fruizione degli stessi è legata alla banda che avete a disposizione, particolarmente in invio, ma essendo nostri clienti il problema non si pone ovviamente!

Infine, come detto in AdiEsse si rinnova, stiamo alacremente lavorando sui sistemi di posta.

Senza voler ripetere quanto già detto, tutti i domini da noi gestiti verranno progressivamente migrati alla nuova piattaforma, speriamo con soddisfazione dei ns. clienti.

La nuova infrastruttura.

Posted by admin in 2015 on 13 Settembre 2015 with Commenti disabilitati su La nuova infrastruttura.

Nell’ottica di offrire un servizio sempre più stabile ed affidabile abbiamo nell’ultimo anno lavorato molto sulla struttura.
In primo luogo abbiamo trasportato la maggior parte dei nostri sistemi in un data center.
I sistemi sono sempre controllati e gestiti integralmente da noi ma finalmente ci siamo affrancati dalla gestione del raffrescamento e della  continuità energetica.

server-rackIl data center scelto è ovviamente in Torino, a poca distanza dalla nostra sede, raggiungibile 365 giorni l’anno sette giorni su sette 24 ore al giorno.

E configurato per poter “sopravvivere” a mancanza di corrente elettrica per 30 giorni senza intervento umano (neanche il rabbocco del gasolio necessario ai motori utilizzati per la generazione dell’energia elettrica) sorveglianza armata, ingresso consentito solo dopo identificazione e se si è presenti nell’elenco delle persone autorizzate.

Questa però non è l’unica novità.

Abbiamo profondamente rinnovato anche i sistemi informatici attraverso i quali gestiamo i servizi.
Da tempo si era migrato ad una struttura virtualizzata, ma la migrazione necessitava di un aggiornamento prestazionale.

Infatti abbiamo migrato tutte gli hypervisor a Vmware  5.5 , realizzato  una SAN su  protocollo i-scsi a 10Gbit/sec, tutti gli array di dischi (basati su ZFS) sono ridondati e fault-tolerant. Forse il linguaggio è un poco tecnico ma i nostri clienti che hanno esperienza in materia potranno apprezzare la maggiore sicurezza che abbiamo realizzato nel datacenter. Inoltre i dati vitali vengono ulteriormente “salvati” in un data center esterno in modo da sopravvivere anche a disastri   naturali o meglio devastanti.

Le performance della nuova infrastruttura sono molto soddisfacenti, al di là della maggiore sicurezza che ovviamente era lo scopo primario, anche il lavoro nostro quotidiano è molto migliorato, meno attese, operazioni più veloci meno problemi da gestire.

Sempre per gli  amanti del “come funziona un provider” abbiamo nell’ultimo anno implementato nella nostra rete il protocollo mpls. Questo ha permesso di ridurre i tempi di instradamento (routing in inglese) all’interno della rete e soprattutto di poter offrire ad alcuni nostri clienti soluzioni ad hoc e scalabili per il collegamento di infrastrutture geograficamente distanti.

Anche noi…

Posted by admin in 2015 on 13 Settembre 2015 with Commenti disabilitati su Anche noi…

Ebbene si!

La decisione è stata sofferta (non abbiamo quasi mai fatto pubblicità), trovare le risorse (tempo e persone) anche peggio, ma alla fine anche noi ci siamo adeguati.

E’ pur vero che un poco di pubblicità non fa mai male, anche se in realtà il notiziario sarà più mirato a raccontare le novità, le modifiche ed i miglioramenti che pian piano stiamo operando alla struttura del vostro ISP preferito J.

Certamente tra le novità ci saranno anche i nuovi servizi che pian piano attiveremo ma come abbiamo fatto sinora, non abuseremo mai della pazienza dei nostri clienti per sommergerli di offerte mirabolanti, servizi imperdibili, features must-have o altro di simile.

Sappiamo che siete già in overbooking da chiamate ed email tutti i giorni da altri operatori per aggiungere anche noi all’esasperazione quotidiana.
Quindi i notiziari saranno pochi, brevi, speriamo interessanti ma soprattutto avranno come scopo primario (non facile ma ci proveremo)  di essere utili a comprendere come stiamo evolvendo.

20 anni!!!

Posted by admin in 2015 on 13 Settembre 2015 with Commenti disabilitati su 20 anni!!!

Il tempo passa, non sembra vero ma in questi giorni la nostra società compie 20 anni. La sua costituzione, infatti,  risale al Giugno del 1995, i primi modem a Settembre, le prime connessioni tra Ottobre e Dicembre.

Allora tutto era veramente diverso, niente linee veloci, connessione con modem a 9600 bit/secondo, Internet praticamente non esisteva (sarebbe arrivata l’anno dopo) si lavorava con Window 95 o addirittura ancora con il buon vecchio Windows 3.11  ed un software per gesIBM_PCtire le BBS (Bullettin Board System, primordiali, potremmo definirle oggi, banche dati) che scambiavano in modo asincrono i vari messaggi con le altre BBS del circuito di appartenenza sempre via modem una volta al giorno durante la notte.

I PC avevano 640 Kbyte di Ram, alcuni 1 Mbyte utilizzando la memoria estesa, erano basati sui primi Intel i586 o Pentium a 60 o 66 Mhz.

Insomma davvero
un altro secolo o meglio un altro millennio. Giusto per fare un poco di storia e valutare quanto siano cambiate le cose la nostra prima connessione Internet fu una linia CDN a 64Kb/s (si avete letto bene 64Kbit/Secondo) che ci veniva fatturata (siamo nel 1996, ancora in lire) 7 Milioni al mese (continuate ad aver letto bene).

modemAnche il lato connessione verso gli utenti era decisamente arcaico se visto oggi. Avevamo una “batteria” di modem prima a 9600 Bit/secondo poi aggiornata prima a 14.400Bps e poi a 33.6Kbps per arrivare infine ai 56K dell’ultima generazione. Batteria di modem singoli ovviamente, infatti il promo concentratore o NAS (Network Access Server) lo abbiamo acquisito decisamente più tardi, intorno al 1999, quando abbiamo fatto la prima piccola rivoluzione della nostra infrastruttura, spostandoci in una sede più grande, portando la banda a ben (si fa per dire, oggi) 2 Mbit/secondo e le linee entranti vennero incanalate su 2 ISDN Pri a 30 Canali, permettendoci di gestire sino a 60 utenti contemporaneamente.

Di li a poco sarebbe arrivata la tecnologia Adsl (2003 le prime connessioni) con la, magica, velocità di 256Kb/s in download e 128Kb/s in upload. Insomma una rivoluzione. Una rivoluzione costosa però infatti per diversi anni ancora il modem fu molto utilizzato soprattutto dall’utenza domestica (oggi si definirebbero home user), l’utenza affari invece (business) passò molto velocemente alla nuova tecnologia (infatti le prime connessioni che abbiamo rilasciato sono state esclusivamente verso clienti affari.

Diciamo che il resto è storia recente, pian piano le adsl sono crescite di velocità (1280/256 fino ai 20M/1M di oggi), siamo anche passati in alcune realtà alla fibra ed infine à arrivato il wireless. Forse pochi di Voi lo sanno ma, nel bene e nel male, siamo anche operatori WISP regolarmente iscritti al Ministero. Serviamo aree non molto grandi (particolarmente nel canavesano) cercando di fare la nostra (piccola) parte per il Digital Divide, ma utilizziamo ove possibile questa tecnologia anche per l’ultimo miglio. Il ns. (piccolo) record è una connessione a 200Mbp/s su 1.4 km un frequenza 24 Ghz (sempre frequenze libere, come le 2.4 o 5.5 Ghz).

Bene siamo arrivati all’oggi.

Adesso la ns. connettività verso la rete internet è cresciuta a 500Mbps, abbiamo diversi clienti in fibra ed (uno) anche fuori regione (a Roma per la precisione) ma soprattutto siamo felici di essere rimasti uno dei circa 500 ISP sopravvissuti negli anni in Italia (erano 5000 non troppo tempo fa) ed anche orgogliosi di “farci tutto in casa”. Infatti tutta la nostra architettura, sempre
server-racknel bene e nel male, è gestita interamente da noi.

Certo acquisiamo da terzi rilegamenti in fibra, da Telecom Italia Wholesale la raccolta Adsl/Hdsl, ma non utilizziamo “reti” altrui fatte e finite come si suol dire.

Quello che acquisiamo è solo la capacità di trasporto, con le opportune garanzie, mentre l’instradamento, gli indirizzi, le tecnologie di routing dinamico, la gestione del “Quality of Service” sulla rete, l’utilizzo delle tratte è integralmente fatta da noi. Spesso ci dicono che siamo troppo piccoli per “fare tutto da soli” ma sinceramente abbiamo sempre pensato che fosse l’unico modo per controllare davvero quello che succede sulla nostra rete. In alternativa (acquisendo insomma da altri le connessioni belle e pronte) rimarrebbe veramente difficile valutare la qualità complessiva della nostra rete in quanto, per troppe tratte, sarebbe sostanzialmente una “scatola nera” della quale nulla si conosce e peggio sulla quale intervenire è molto difficile se non impossibile. Certo lo sforzo e grande ma è anche foriero di belle soddisfazioni e gratificazioni ed in fondo appagante.

Buona Navigazione a Tutti!

Generic selectors
Cerrca la parola esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine

Guide

Magazine 2015

Back to Top

2022 © copyright Albedo srl - via Giulia di Barolo, 12 - 10100 Torino - P.IVA:IT06944490017 email:info@albedo.it email pec:albedo@pec.albedo.it